Museo fotografico enduro


<< Torna indietro

MARIO CIACCIA

 


Mario Ciaccia è giornalista della rivista di Fuoristrada. Chioma e barba irsuta contornano uno sguardo enigmatico. Occhi da fanciullo, anche se la carta d'identità dice il contrario.

Mario è un fotografo: le sue immagini riempiono di colore le pagine di Motociclismo e Fuoristrada. Le moto sono protagoniste, ovviamente, ma molto più spesso lo è il paesaggio che sta intorno alle due ruote. Poesia pura.

Mario è un endurista vero: se capita usa anche moto stradali, ma il tassello è il suo chiodo fisso. Non importa la cilindrata né la categoria di moto: basta che possa andare anche fuori dall'asfalto.

Mario è un viaggiatore: l'Enduro, per lui, è esplorazione di posti nuovi, curiosità escursionistica. Il cronometro conta poco o nulla. Le condizioni avverse sono una sfida, ma anche un piacere in più da aggiungere alla lunga lista di sensazioni che si vivono in sella. Un esempio? L'Elefantentreffen è bello solo se c'è tanta neve. In un viaggio di oltre 1.500 km in pieno inverno, non è la meta, ma una tappa, il pretesto per percorrere passi alpini semi-impraticabili a temperature proibitive. Anche di notte. Lucida follia.

Mario è un carroarmato: non è un fulmine nel fettucciato, ma non lo ferma nessuno, su qualunque terreno. Magari arriva un po' dopo, ma va fino in fondo. Sempre.

Mario è un entusiasta: non si tira indietro davanti a nulla. Mai visto arrabbiato o deluso. Ogni giorno è una scoperta. Non serve andare in capo al mondo: a volte il paradiso è in un bosco dietro casa.

Mario è un esploratore: a volte passiamo ore a consultare mappe o volando con Google Earth alla ricerca di strade bianche e inesplorate da percorrere in moto. E, una volta sul campo, si sceglie sempre la via meno battuta.

Mario è una star: a tutte le cavalcate, ma anche per strada, in centro a Milano, c'è gente che si ferma e lo saluta. Lui non risparmia un sorriso: un idolo.

Mario è un personaggio unico: semplicemente insostituibile.

 

                                  Nicolo'

 

 





2019 Museofotoenduro.com